Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su leggi di più.
Sonetti 2005-2009


CI STANNO PRENDENDO IN GIRO

Un povero giovane atterrato dalle percosse/ racconta di essere caduto per le scale/ e questa è una cosa “normale” (un classico)/ che la gente perbene (es. il giudice) finge di credere.//   Ma è netta l’impressione che ci stiano prendendo in giro/ con una storia poco credibile,/ se un ragazzo colpevole di nulla/ ha ematomi in ogni parte del corpo e ossa rotte.//  Il problema è che tra manette e manganelli/ può succedere di tutto nei sotterranei del tribunale (lontano da occhi indiscreti);/ e ignorano tutto, poverini//  anche i carabinieri e i giudici del tribunale. / Chi sta sulle nuvole e nega le torture/ inventa storie (e scuse) poco credibili://  resterà bruciato dal fuoco (della verità dei fatti)./ Il tragico destino di Stefano Cucchi/ deve porre fine a tante menzogne e ipocrisie.    

 

 
 

 colosseo.png
    

CE STANNO A SFOTTE 



Un disgrazziato corcato de bòtte
ricconta ch’è ccascato pe le scale;
e ‘sta cosa è ggnisempre assai normale
pe ttante gente pulitucce e dotte.
 

Ma me sa ttanto che cce stanno a sfotte
co ‘sta storia nun tanto pe lla quale,
si un tizzio mica troppo criminale
cià bbozzi dapertutto e coste rotte.
 

E’ cche tra schiavettoni e manganelli
succede tutto, giù a le celle scure;
e ssò ppuro a lo scuro, poverelli,
 

cherubbiggneri e giudici der loco.
Chi ssu le nuvole nega torture
arma giochetti da crédece poco:

 
              s’abbruscerà ccor fòco!
La sort’amara ch’è ttoccata a Cucchi
ha dda seggnà lla fine de ‘sti trucchi.


 
 
                                                             Roma,  gio.  22 ottobre 2009  

Muore in solitudine Stefano Cucchi, geometra romano di 31 anni,
dopo una settimana di calvario,

tra carabinieri, giudici, guardie carcerarie,
infermieri e medici della sezione detentiva dell’Ospedale Pertini,

con gravi ferite, terribilmente deperito,
senza avvocato, senza visite dei familiari
 






Share this post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

  Consulenza assicurativa
 
  Dott. Simone Dalle Molle

  +39 3479446717
  +39 3932275711
  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  skype: simonedallemolle