Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su leggi di più.
Documenti stampa
20180702 Giudea NeghevCOMUNICATO STAMPA
Esce il 2 luglio - GIUDEA e NEGHEV - un approfondimento specialistico di alto livello per cultori dell’ambiente biblico

Giudea e Neghev. Introduzione storico-archeologica non è una guida per pellegrini e neppure un sussidio per chi visita la Terra Santa per la prima volta. Il nucleo della composizione consiste in riferimenti biblici, archeologici, storici e topografici. Si tratta di un approfondimento destinato a cultori dell’ambiente biblico, la disciplina che padre Pietro A. Kaswalder ofm (1952-2014) insegnava presso lo Studium Biblicum Franciscanum (Sbf) di Gerusalemme, per il quale guidava le escursioni bibliche. Scrive nella presentazione il Custode di Terra Santa, padre Francesco Patton ofm: «È per me l’occasione per esprimere anche un ricordo riconoscente nei confronti del confratello e dell’amico Pietro. Quando ero a Mezzolombardo e poi a Trento, prima di essere chiamato a servire la Terra Santa qui a Gerusalemme, durante i suoi rientri in Trentino, p. Pietro non mancava mai di venire a salutarmi, per prendere un caffè assieme e per aggiornarmi sui suoi impegni di studio e di ricerca, sui lavori di restauro in alcuni santuari (Cafarnao, Nazareth, il Getsemani, il Nebo), ma anche sulla vita della Custodia di Terra Santa, sulle sofferenze che stavano condividendo i nostri confratelli con la gente della Siria e sulle speranze di pace che portava in cuore per tutto il Medio Oriente. Gli incontri con p. Pietro erano per me momenti fraterni e al tempo stesso dei “corsi accelerati” di storia, archeologia e geografia biblica. Lui raccontava con passione e competenza dei luoghi nei quali si erano svolte le vicende bibliche, soprattutto – ma non solo – quelle della storia di Israele, e io potevo rivolgere tutte le domande che la curiosità mi suscitava. Vale per tutta questa terra ciò che p. Pietro, giovane studente appena arrivato in Terra Santa, aveva scritto in una lettera dell’estate 1979 mentre si trovava a Cafarnao a studiare ebraico con p. Ravanelli: “Il posto è bello sia geograficamente perché è in riva al lago, sia per i ricordi evangelici: la casa di s. Pietro, della suocera, e gli scavi della città; poi qui vicino c’è il monte delle Beatitudini… Anche per questi motivi, data la solitudine di tante ore del giorno, ho modo di riflettere e di pregare… Merita senz’altro venire a visitare i luoghi santi… vedo che studiare il Vangelo qui è tutta un’altra cosa”».

Questo testo esce come edizione postuma a cura di padre Massimo Pazzini ofm, vice-decano dello Studium Biblicum Franciscanum, che scrive nella prefazione: «Fra i materiali lasciati in eredità dal prof. Pietro Kaswalder ofm, ho rinvenuto un file dedicato alle escursioni biblico-archeologiche in Giudea e Neghev. Il materiale è suddiviso in nove escursioni che coprono per intero la regione centro-meridionale di Israele ed è disposto secondo l’ordine sperimentato per decenni allo Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme e seguito dallo stesso p. Kaswalder. È quindi una memoria storica che ho ritenuto opportuno conservare e completare anche in considerazione del fatto che questa materia di insegnamento allo SBF è in profonda evoluzione.

Queste sono le escursioni di un’intera giornata, con i relativi itinerari e argomenti di massima: 1) Latrun, Emmaus-Nicopolis e la Filistea: Eqron, Gath, Ascalon; 2) Shefelah: Bet Shemesh, Tell Yarmut, Beit Jibrin/Eleuteropoli, Tell Sandahannah/Maresha, Tell ed-Duweir/Lachish, Idumea; 3) Giaffa e Tell Qasile; 4) Da Giaffa a Gaza: Yavneh, Ashdod, Gaza, Deir el-Bala, Tell el-Farah; 5) Giudea: dintorni di Gerusalemme, Ramat Rahel, Betlemme, Mamre, Hebron, deserto di Giuda, Herodion, monasteri e movimento monastico, alcuni siti preistorici; 6) Gerico: discesa da Gerusalemme sul percorso della strada romana, Tell es-Sultan, Gerico nelle epoche successive, dintorni di Gerico, monasteri nella regione circostante, valle del Giordano; 7) Eyn Gedi e Masada; 8) Tell Arad, Beer Sheva, Mampsis; 9) Nizzana, Shivta, Avdat».

L’Autore

Pietro A. Kaswalder ofm (1952-2014) ha insegnato esegesi dell’Antico Testamento e geografica biblica presso lo Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme, per il quale guidava le escursioni bibliche. Ha pubblicato studi a carattere esegetico, storico, geografico e archeologico. Oltre a diversi contributi nella rivista dello Studium Liber Annuus, con Edizioni Terra Santa ha pubblicato: La Terra della promessa. Elementi di geografia biblica (2010), Galilea terra della luce. Descrizione geografica, storica e archeologica di Galilea e Golan (2012), Escursioni bibliche in Terra Santa (postumo, 2016).

Giudea-Neghev.jpg

Giudea e Neghev

Introduzione storico-archeologica

Edizioni Terra Santa, Milano 2018

PAGINE: 384

COSTO: 28,00

Per informazioni

Elena Grazini

Comunicazione

+39 338 190 24 36

elena@elenagrazini.it

Share this post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

  Consulenza assicurativa
 
  Dott. Simone Dalle Molle

  +39 3479446717
  +39 3932275711
  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  skype: simonedallemolle